I PROTAGONISTI. Dopo la partita interna saltata contro l’Empoli a causa della prematura scomparsa di Davide Astori, i satanelli sono pronti a scendere in campo, affrontando una squadra che naviga in zona play-off: si tratta del Perugia di mister Roberto Breda. I rossoneri faranno tappa allo Stadio Renato Curi dove mancano da ben dieci anni, l’ultimo match contro la compagine umbra risale alla stagione 2008/2009 dove a segnare per i “grifoni” fu proprio Fabio Mazzeo, a realizzare per il Foggia fu con una splendida rete Umberto Del Core.

In settimana ha parlato in conferenza stampa proprio il grande ex, il bomber Fabio Mazzeo, spiegando la felicità di essere già in doppia cifra nella classifica marcatori: “Ci speravo da anni. È una cosa che ricercavo, è una soddisfazione personale. Il merito è dei miei compagni, è di tutti. Con dei compagni forti è più facile fare gol”. Il segreto della rinascita del Foggia secondo l’attaccante salernitano è uno su tutti: “È cambiato l’equilibrio. Adesso siamo più compatti e più cinici”. Stroppa affianca a “don Fabio” nell’attacco a due, Francesco Nicastro – altro ex-, ed è proprio il falso nueve della compagine pugliese a spiegare il feeling tra i due: “Il mister vuole che ci muoviamo tanto, per muovere la difesa e per permettere alle mezze ali di inserirsi e far gol. Nicastro è uno che fisicamente ci sta, mi trovo molto bene con lui e spero di continuare così”.

Il ricordo va anche alle partite che l’hanno visto sfidare il Foggia del 2008 guidato in panchina da Raffele Novelli: “Mi ricordo che noi non facemmo una bella annata, ma ricordo che il Foggia è come sempre una signora squadra da affrontare. Sarebbe bellissimo fare punteggio pieno lì”. Oltre alle dichiarazioni del bomber rossonero, questa mattina sono arrivate anche le parole di mister Giovanni Stroppa, qualche ora prima della partenza per Perugia: “I miei ragazzi stanno dimostrando una crescita importante a prescindere dai risultati, è chiaro che questi ultimi aiutano a dare maggiore consapevolezza e fortificano ma, a prescindere da ciò, non dobbiamo mai abbassare la guardia, bisogna avere determinazione, cattiveria e mettere in evidenza le qualità che abbiamo”, sottolinea il tecnico parlando del carattere adottato dai propri ragazzi.

“Affronteremo una squadra che sa quello che vuole -dichiara Stroppa parlando dei grifoni di Breda-, sa tenere il campo, sa ripartire, ha giocatori di livello tecnico importanti, su tutti Diamanti. Il Perugia è inoltre, a livello mentale, in un momento positivo, giocando in casa cercherà di dare qualcosa in più”. Alessandro “Alino” Diamanti è l’ultimo arrivato in casa Perugia, giocatore offensivo con un passato tra Serie A e nazionale.

L’arbitro della sfida in scena domani alle ore 15:00 sarà il sign. Luigi Pillitteri della sezione di Palermo, coadiuvato dai signori Rossi di La Spezia e Mastrodonato di Molfetta invece, il quarto uomo sarà La Penna della sezione Roma 1.

CURIOSITÀ. Sarà una partita speciale per il capitano Cristian Agnelli. Il numero 4 della formazione foggiana cercherà un traguardo tutto personale, la duecentesima presenza con la maglia rossonera, scalando così, un gradino importante nella “Hit Parade” delle grandi glorie rossonere.

Ecco le probabile formazione rossonera che potrebbe scendere in campo:

Foggia Calcio (3-5-2): Guarna; Tonucci, Camporese, Loiacono; Gerbo, Agnelli, Agazzi, Deli, Kragl; Mazzeo, Nicastro. Allenatore Stroppa

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO