FOGGIA – CESENA (TABELLINO)

Reti: 42′ Laribi (CES), 47′ Agnelli (FOG), 95′ Mazzeo (FOG);

Foggia Calcio (3-5-2): Guarna; Camporese, Tonucci, Loiacono; Fedato (71′ Scaglia), Agnelli, Greco, Deli (86′ Floriano), Kragl; Mazzeo, Duhamel (71′ Nicastro).

A disposizione: Noppert, Figliomeni, Beretta, Martinelli, Nicastro, Rubin, Agazzi, Floriano, Celli, Ramè, Scaglia, Calabresi. Allenatore: Giovanni Stroppa.

Cesena (4-4-2): Fulignati; Donkor, Suagher, Scognamiglio, Perticone; Vita (46′ Kupisz), Schiavone, Di Noia (63′ Fedele), Laribi; Dalmonte (71′ Chiricò), Moncini.

A disposizione: Agliardi, Melgrati, Cascione, Eguelfi, Fazzi, Chiricò, Fedele, Kupisz, Emmanuello. Allenatore: Fabrizio Castori.

Arbitro: Valerio Marini di Roma 1 (Soricaro-Capaldo);

Ammoniti: 61′ Donkor (CES), 93′ Laribi (CES), 95′ Mazzeo (FOG);

LA CRONACA DEL MATCH: 



PRIMO TEMPO. Il Foggia entra in campo aggressivo e spinge fin dal 1'. Kragl è davvero una spina nel fianco per gli avversari  e al 13' il tedesco porta a spasso due avversari, ottenendo un fallo ed una punizione dalla distanza, sprecata però, in malo modo. I satanelli non demordono e al 15' Kragl serve una palla da favola a rimorchio per Agnelli, il capitano prova il tiro ma serve inaspettatamente Deli che appoggia per Duhamel e Fulignati compie un miracolo: è un Foggia spumeggiante nei primi 15'. Al 25' i rossoneri non hanno mai subito una vera e propria azione da gol, il trio Kragl-Deli-Agnelli fa davvero male nella prima parte di gioco ma una doccia fredda arriva al 42' quando un'improvvisa ripartenza del Cesena, sbilancia la squadra di casa e Laribi servito tutto solo in zona lunetta, piazza un destro all'angolino basso e porta i romagnoli in vantaggio per 1-0. Finirà cosi la prima parte del match.

 

SECONDO TEMPO. I satanelli anche nella ripresa sono tonici e dopo appena due minuti, al 47' un cross perfetto di Kragl pesca il capitano Agnelli che insacca in rete e porta i rossoneri sul pari. Il Cesena non crea quasi mai occasioni da gol, anche quando Castori al 71' manda in campo l'ex Chiricò che, con una serie di finte prova ad entrare in area, ma i satanelli lo conoscono bene e lo placcano subito. Deli più volte prova la conclusione dalla distanza ma i suoi tiri terminano alti sopra la traversa. Stroppa cambia le carte in tavola e schiera Nicastro e Scaglia per Fedato e Duhamel che non accettano il cambio ed evitano la stretta di mano con il mister, Stroppa ci rimane male. Il Foggia c'è e prova ad attaccare, ci crede, e il jolly viene calato da Giovannino al minuto numero 86: Floriano prende il posto di uno stanco e in ombra Ciccio Deli. Il match sembra essere agli sgoccioli, fissato sull'1-1 ma, è nel momento del bisogno che il bomber rinasce come un'araba fenice e al 95' su una palla toccata da Tonucci di testa al limite dell'area, Mazzeo scarta l'estremo difensore bianconero e punisce gli ospiti: lo Zaccheria esplode e il Foggia conquista una vittoria fondamentale per l'obiettivo salvezza.

 

LE PAGELLE DEI ROSSONERI.

Guarna 6.5; Tonucci 6.5, Camporese 6.5, Loiacono 6.5; Fedato 5.5 (Scaglia 6), Agnelli 7, Greco 6, Deli 6 (Floriano s.v.), Kragl 7; Mazzeo 7, Duhamel 6 (Nicastro 6).



NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO