Dopo la task force sulla videosorveglianza nelle città, la Prefettura ha assunto un ruolo di coordinamento anche per quanto riguarda la sicurezza in strada e la prevenzione dei sinistri. Nelle scorse settimane, infatti, congiuntamente alla sottoscrizione dei piani per la sicurezza cittadina (LEGGI DI PIU’ QUI http://ilmegafono.eu/2018/05/31/arriva-piano-la-sicurezza-orta-nova-accordo-prefetto-le-telecamere/), alcuni sindaci hanno discusso in Prefettura la necessità di installare nuovi autovelox per prevenire gli incidenti stradali, le cui stime danno un vertiginoso aumento, non soltanto per l’imprudenza ma anche per le condizioni delle strade provinciali per le quali è già partito un piano di ripristino.



Questo tema è stato trattato in una riunione che si è svolta due settimane fa in Prefettura alla presenza dei rappresentanti della provincia e del Comune di Foggia, della forze di polizia, dell’Anas e dei comandi della polizia locale di Apricena, Cerignola, Foggia, Lesina, Orta Nova, Poggio Imperiale, San Giovanni Rotondo, Troia e Stornara.

Subito dopo, il Prefetto Massimo Mariani ha provveduto ad emanare un decreto per l’aggiornamento delle strade (alcuni tratti delle Statali 16, 17, 89, 665, 673 e delle provinciali 141 e 115) su cui gli organi di polizia stradale potranno utilizzare o installare dispositivi o mezzi tecnici anche automatici di controllo del traffico, finalizzati al rilevamento a distanza della velocità dei veicoli.



E’ facile pensare, dunque, che dopo la riqualificazione della SS16 promessa da ANAS si provveda alla nuova installazione di autovelox nel tratto tra Orta Nova e Stornara. Qui erano già state installate delle strumentazioni analoghe, ma a causa di alcune querelle amministrative tra il gestore e l’Ente appaltante (in particolare con il Comune di Orta Nova) furono disattivate.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO