Per i rossoneri la mattinata di oggi è un po’ come il “Giudizio Universale” il celebre affresco di Michelangelo all’interno della Cappella Sistina. Il processo ha avuto inizio alle 10:50 e si è concluso all’incirca verso mezzogiorno quando, fuori le aule del tribunale romano, i legali del Foggia Calcio e la società mostravano in volto amarezza e nervi tesi.



La richiesta della Procura Federale si è conclusa nel peggiore dei modi: richiesta la retrocessione diretta in Lega Pro con eventuali punti di penalizzazione (si pensa almeno 15). Sui social è ira, in città i tifosi sono stupiti e arrabbiati. La sentenza del giudizio di primo grado è prevista tra lunedì e mercoledì, dopodiché si aspettano i giudizi di secondo e terzo.


NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO