Editoriali Italia

Lib(e)randoci, la recensione di “Non stancarti di andare” di Teresa Radice e Stefano Turconi...

Se si volesse cercare questo libro in libreria, se lo si volesse reperire su un sito di commercio online, lo si troverebbe nella sezione dei fumetti. Per molti, questo aspetto potrebbe essere fuorviante e...

Lib(e)randoci, la recensione di “La moglie tra di noi” di Greer Hendricks e Sarah...

Una moglie abbandonata segue la nuova fidanzata del suo ex marito: vuole rivelarle un segreto, vuole salvarla, vuole che non commetta il suo stesso errore. Ecco l'incipit di questo appassionante thriller ambientato a New...

Lib(e)randoci, la recensione di “Extended play” di Maurizio Ceccarini (2007)

Leggendo questo libro ho perso la cognizione del tempo. Non solo perché la trama si snoda agilmente tra gli anni '80 e i primi anni 2000. Neppure perché rievoca scenari e ricordi anche della...

Lib(e)randoci, la recensione di “Viaggio in Palestina” di Mark Twain (2017)

Il celeberrimo scrittore americano Mark Twain, per conto del giornale Alta California, partecipò a un viaggio in Europa e Medio Oriente e scrisse vari articoli. Nel 1867 arrivò in Palestina: questo libro è la...

Lib(e)randoci, la recensione di “La belva deve morire” di Nicholas Blake (1991)

Sconosciuto ai più, Nicholas Blake, pseudonimo di Cecil Day Lewis, è stato uno degli autori più apprezzati e prolifici del filone giallo britannico dagli anni Trenta agli anni Sessanta. La belva deve morire è...

Lib(e)randoci, la recensione di “Mezzi Fucili” di Giancarlo Loffarelli (2017)

Per descrivere l’ultimo romanzo di Giancarlo Loffarelli, la prima parola che mi viene in mente è meta. No, non ho sbagliato l’accento, non volevo scrivere metà, anche se il titolo, “Mezzi fucili”, potrebbe suggerire...

Lib(e)randoci, la recensione di “Giaguari invisibili” di Rocco Civitarese (2018)

La cosa che per prima colpisce di “Giaguari invisibili” di Rocco Civitarese è la copertina: sarà che a me piace il giallo e forse per questo mi ha impressionato. Direi però che non c’entra...

Lib(e)randoci, la recensione di “Come mi batte forte il tuo cuore” di Benedetta Tobagi...

Come può vivere una figlia se il padre è stato ucciso? E se questo padre è stato un personaggio pubblico del quale si conosce tutto della vita pubblica ma nulla di quella privata? A...

Lib(e)randoci, la recensione di “Storia di Iqbal” di Francesco D’Adamo (2001)

“Storia di Iqbal” di Andrea D’Adamo è un libro per ragazzi arrivato tra le mie mani quasi per caso: molti anni fa, in uno dei miei tanti transiti dalla stazione di Parma, svettava tra...

Piccolo “Miracolo” italiano: la serie tv di Niccolò Ammaniti che infrange gli stereotipi

Cosa sono i miracoli? Questa è la vera domanda che, a mio modesto avviso, ha guidato, Niccolò Ammaniti, durante la stesura e la realizzazione poi di una serie che sicuramente è il calcio definitivo...