Per riuscire a sfruttare al meglio lo spazio in casa ma soprattutto aumentare la superficie abitale, una buona soluzione è quella di realizzare un soppalco. Usando lo spazio in altezza, infatti, si riesce a ricavare, in molti casi, anche una stanza in più. Ovviamente la casa deve avere soffitti molti alti per consentire la costruzione di un soppalco, opportunità per esempio che si ha con la ristrutturazione di una vecchia casa nei palazzi storici.

Prima di iniziare i lavori di realizzazione del soppalco, però, bisogna decidere quale tipologia di struttura è meglio realizzare, scegliere il materiale più adatto e, in base a questi fattori, tenere conto delle norme da dover rispettare.

TIPOLOGIE DI SOPPALCHI

Generalmente si può realizzare un soppalco in due modalità differenti: Struttura fissa;
Struttura autoportante o removibile. nel primo caso si tratta di una vera e propria opera strutturale, in quanto il soppalco è ancorato, almeno in parte, alle pareti. Sono previste, quindi, opere murarie. Il soppalco autoportante, invece, non poggia sulle pareti ma su colonne sulle quali scarica il suo peso. Quest’ultima tipologia è sicuramente più veloce da realizzare.

REALIZZARE UN SOPPALCO: QUALI MATERIALI?
La scelta del materiale più adatto, per costruire un soppalco, deve tenere conto di fattori pratici, estetici ma anche economici. I materiali più utilizzati sono: legno, metallo e muratura.

IL LEGNO
Il legno offre mille possibilità per ristrutturare casa, grazie alle sue numerose qualità tecnico-estetiche. Realizzare un soppalco in legno, per esempio, vuol dire scegliere una struttura che sia leggera, adattabile a qualsiasi tipo di ambiente, conferendo calore ed accoglienza, e totalmente naturale.

IL METALLO
Un soppalco in metallo è senza dubbio una struttura leggera ma allo stesso tempo resistente. Particolarmente indicato per ambienti moderni, il metallo può essere utilizzato in abbinamento anche con altri materiali, come il vetro o lo stesso legno.

LA MURATURA
Un soppalco in muratura è decisamente solido e duraturo, anch’esso adattabile a qualsiasi tipo di ambiente. Tuttavia i tempi di realizzazione possono essere più lunghi e costi leggermente più elevati degli altri materiali.

NORME E PERMESSI PER COSTRUIRE UN SOPPALCO
La costruzione di soppalchi prevede il rispetto di norme. Nel caso specifico bisogna tenere conto del Regolamento edilizio del proprio comune, visto che ogni località può avere regole diverse. Tuttavia le regole generali per realizzare un soppalco abitabile sono:Altezza del locale da soppalcare 4,35-4,40 cm, in quanto il soppalco e il locale sottostante devo avere un’altezza di 2,10 cm; L’ampiezza del soppalco deve corrispondere ad un massimo di 1/3 dell’ambiente in cui è costruito; L’illuminazione e la ventilazione devono essere adeguate alle norme igienico-sanitarie previste per locali ad uso abitazione; Permesso per costruire.

@ARTICOLO redazionale

PER MAGGIORI INFO
www.martinocantieri.it
Via Purgatorio n. 39
71045 – Orta Nova (FG)
Telefono:
800.500.534
E-mail:
info@martinocantieri.it

1 COMMENTO

  1. Il mio sogno è trasformare il mio soppalco in legno in uno in muratura! Ho già buttato giù il progetto, con una scala piastrellata con profili led incastonati, peccato che la spesa sia troppo elevata, per adesso mi tengo il ancora per un po’

LASCIA UN COMMENTO