domenica, Aprile 18, 2021
Rimani in contatto
Tags Articoli taggati con "recensioni"

Tag: recensioni

Lib(e)randoci, la recensione di “Evviva la Teologia” di Armando Matteo (2020)

Quando pensiamo a un libro di teologia, lo immaginiamo come un testo "solenne" e impegnativo: termini tecnici, passaggi bizantini, questioni di lana caprina. Un...

Lib(e)randoci, la recensione di “I figli indifferenti” di Andrew Lee (Louis...

Stati Uniti, Seconda guerra mondiale: Beverly è un ragazzo di famiglia ricca ma decaduta, che ama la mondanità e la buona compagnia. Di lavoro...

Lib(e)randoci, la recensione di “Qumran segreto” di Massimo Centini (2019)

Scoperti a metà del Novecento in alcune grotte a poca distanza dal Mar Morto, in Terra Santa, i rotoli di Qumran sono manoscritti di...

Lib(e)randoci, la recensione di “A Babbo morto” di Zerocalcare (2020)

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || ).push({}); Una notizia sconvolge il mondo: Babbo Natale, il beniamino dei bambini, è morto. Tutti sono colpiti da questa tragedia. Chi...

Lib(e)randoci, la recensione di “Cuore di Cane” di Michail Bulgakov (1925)

Che cosa succederebbe se un cane fosse trasformato in un uomo? Chi risulterebbe più animale tra i due? In questo romanzo, che alcuni critici...

Lib(e)randoci, la recensione de “L’Islam, religione dell’occidente” di Massimo Campanini (2016)

La vulgata nel mondo occidentale, soprattutto dopo l’11 settembre 2001, considera l’islam una religione avulsa dalla propria natura, fatta di regole e...

Lib(e)randoci, la recensione di “Scheletri” di Zerocalcare (2020)

L'uscita di un libro di Zerocalcare è sempre preceduta da un'attesa trepidante. Michele Rech, vero nome del fumettista, ha venduto secondo i dati reperibili più...

Lib(e)randoci, la recensione di “Palla di sego” di Guy de Maupassant...

Palla di sego è una "donna di malaffare" che, a causa della guerra, si trova a viaggiare nella stessa carrozza con persone "rispettabili": conti,...

Lib(e)randoci, la recensione di “Qualcuno con cui correre” di David Grossman...

Leggere un libro di un autore israeliano mi suscita sempre uno stato d'animo che è un misto tra nostalgia ed estrema estraneità, quasi disagio....

Lib(e)randoci, la recensione di “Preferivo le cipolle” di Giorgio Bernardelli (2019)

Viaggiare è per molti un modo per uscire, conoscere, confrontarsi con altre culture. Per altri significa guardarsi dentro, alla scoperta di una storia personale...