La fibra ottica arriva nei Cinque Reali Siti, ma occhio alle buche

0
1208

Avvalendosi della programmazione del Ministero dello Sviluppo Economico e della Regione Puglia, Enel Spa ha annunciato che porterà la banda ultralarga in 224 città italiane, realizzando una rete in fibra ottica che arriverà sin dentro le case dei fruitori, sfruttando le infrastrutture elettriche in suo possesso. Enel non diventerà un operatore, ma affitterà la sua rete a tutti coloro che ne faranno richiesta. Partner privilegiati di questa operazione saranno Wind e Vodafone, che hanno sottoscritto un accordo con Enel per accendere per primi la fibra offrendo i loro servizi di connettività agli italiani. La programmazione ministeriale, iniziata nel 2015, di concerto con le regioni interessate, è stata autorizzata dalla Commissione Europea e affiderà i lavori di ammodernamento alla Infratel Italia Spa. Il progetto prevede la copertura di molte aree carenti, catalogate tra le possibili zone a “successo” di mercato, cioè dove gli operatori potranno ottenere un rapido ritorno dagli investimenti effettuati. In queste zone di interesse rientrano anche due comuni dei Cinque Reali Siti, Stornara e Stornarella, che nel giro di pochi mesi potranno ottenere la nuova linea e navigare a 100 mbs piuttosto che ai 30 mbs attuali. Gli amministratori dei due comuni, negli scorsi giorni, hanno appreso con entusiasmo il progetto che sicuramente porterà un incremento nella qualità dei servizi e delle comunicazioni. “Ho sentito telefonicamente, qualche giorno fa, l’assessore al ramo della Regione Puglia, Loredana Capone, proprio quando era di rientro dall’incontro romano presso il Ministero dello Sviluppo Economico – ha dichiarato tramite i social network, il sindaco di Stornarella, Massimo Colia – nel confermarmi la buona notizia mi ha spiegato che seguirà la sottoscrizione di uno specifico Accordo di Programma tra lo stesso Ministero e la Regione Puglia che porterà a completare l’infrastrutturazione in fibra ottica del territorio pugliese già avviata con i precedenti interventi. Immediatamente dopo la sottoscrizione dell’Accordo, Infratel Italia spa, la società cui è affidata l’attuazione dell’intervento, bandirà le gare per la realizzazione dell’infrastruttura di completamento della rete pugliese e per la relativa gestione”. “Sono contenta – conclude l’assessore alle attività produttive e all’innovazione tecnologica Valeria Monaco – perché l’attuazione di questo progetto consentirà di eliminare un ostacolo che impedisce al nostro territorio di essere più competitivo rispetto ad altri”. Negli scorsi mesi, la città di Orta Nova è stata la prima del comprensorio ad essere interessata da lavori di ammodernamento della linea telefonica per la navigazione internet e, come conferma il sito di Infratel, si sarebbe raggiunta una prima copertura del 50% delle abitazioni, per ciò che riguarda la banda larga. I lavori però destarono del malcontento, in quanto furono praticati diversi fori per le strade della città, poi non adeguatamente ricoperti. Il tutto finì per creare ulteriori buche che a distanza di molti mesi dall’inserimento delle nuove cablature, non ancora sono state ricoperte.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO